Immagine di copertina della pagina Servizi
Servizi

Altri test disponibili presso la nostra Farmacia

Celiac test. E' un test che consente di individuare con elevata sensibilità e specificità la possibile positività alla celiachia. L’analisi viene svolta attraverso il dosaggio degli anticorpi IgG e IgA: Anticorpi Anti-Transglutaminasi Tissutale e Anticorpi Anti-Gliadina deamidata.
In passato, l’unico modo per diagnosticare la celiachia era la biopsia su un tratto del duodeno. Lo sviluppo di questo test ha permesso di definire la forma silente e la forma potenziale della celiachia, evitando biopsie di casi dubbi risultati poi negativi. In via definitiva, la biopsia resta comunque l’esame diagnostico invasivo utilizzato e necessario per la diagnosi di celiachia.

Zona plus test. E' una valutazione di quanto il proprio stato fisiologico si discosta da quella condizione, denominata Zona, in cui gli ormoni, controllati dalla dieta, vengono mantenuti entro i valori fisiologici determinando uno stato di salute ottimale.
La valutazione viene effettuata mediante l’analisi dei marker correlati alla regolazione e al controllo di due ormoni fondamentali, Insulina e Eicosanoidi, questi ultimi coinvolti nella regolazione dei processi infiammatori (la cui sintesi viene stimolata rispettivamente dalla via degli acidi grassi omega-3 per quelle antinfiammatorie, e dagli omega-6 per quelle pro infiammatorie).
Questi esami, secondo il biochimico statunitense Barry Sears, che ha ideato e promosso la dieta a zona, sono il mezzo più efficace per valutare lo stato di equilibrio.
In particolare: Il giusto equilibrio tra le due famiglie di acidi grassi, in genere fortemente sbilanciato a favore degli omega-6, è fondamentale per il mantenimento o il ripristino di uno stato antinfiammatorio generale e la valutazione della concentrazione plasmatica di insulina e della glicemia, che ne regola la secrezione, è fondamentale per comprendere la capacità del nostro organismo di metabolizzare gli zuccheri.
Un valore di insulina e glicemia che rientra nei range fisiologici permette di assicurare il giusto apporto di zuccheri agli organi, riducendo quindi l’accumulo di quelli in eccesso sotto forma di grasso.

Dysbio check. La disbiosi intestinale è un’alterazione degli equilibri e della composizione della flora batterica intestinale, che comporta un insieme di sintomi e disturbi dell’apparato gastrointestinale, in grado di avere conseguenze anche su organi ed apparati distanti dall’intestino.
A livello del tratto gastro intestinale è presente un vero e proprio organo, il Microbiota, costituito da quantità di mircoorganismi che costituiscono la flora batterica. La tipologia ed il numero di batteri intestinali contribuiscono a determinare lo stato di benessere o malessere dell’apparato digerente e dell’intero organismo.
Il Dysbio Check rileva la presenza nelle urine di due metaboliti del triptofano, denominati Indicano e Scatolo, che permettono di verificare l’eventuale presenza di fenomeni fermentativi e/o putrefattivi a livello intestinale: un elevato livello di Indicano urinario è indice di disbiosi intestinale a livello dell’intestino tenue, mentre alti livelli di Scatolo indicano una disbiosi intestinale a livello dell’intestino crasso.

Mineral Evo. I minerali sono i fondamentali regolatori delle funzioni e delle attività che l’organismo compie quotidianamente. Squilibri dietetici, abuso di farmaci, stress, fumo, inquinamento, malattie possono creare carenze o accumuli eccessivi in grado di causare innumerevoli disturbi. Diventa quindi di fondamentale importanza monitorare gli equilibri e gli squilibri tra i vari minerali, quelli nutrizionali e quelli tossici, che possono peggiorare lo stato di benessere.
Il mineralogramma del capello, ovvero l’analisi minerale tissutale del capello, permette di valutare i livelli di minerali essenziali per la salute e i principali minerali tossici contenuti nelle nostre cellule nei tre/quattro mesi antecedenti all’indagine: a differenza degli esami del sangue, che restituiscono un’istantanea della situazione dell’organismo, il mineralogramma misura il livello medio dei minerali contenuti nelle cellule durante una finestra temporale più ampia. I minerali rilevati sono:
Minerali nutrizionali: argento, boro, calcio, cobalto, cromo, ferro, fosforo, litio, magnesio, manganese, molibdeno, nichel, oro, potassio, rame, selenio, silicio, sodio, stronzio, vanadio, zinco.
Minerali tossici: alluminio, antimonio, arsenico, berillio, cadmio, mercurio, piombo, platino, stagno, uranio.
Minerali aggiuntivi: bario, germanio, palladio, rodio, titanio, tungsteno, zirconio.

Antiaging profile. E' un bilancio globale dello stress ossidativo, ovvero una valutazione dell’equilibrio tra la produzione di radicali liberi e il potere antiossidante. L’AntiAging Profile comprende il Free Radical Test (F.R.T.) per il dosaggio dei radicali liberi e l’Antioxidant Capacity Test (A.C.T.) per la valutazione del potere antiossidante.
È indicato per fare il bilancio del proprio stato di invecchiamento e di salute verificando il livello di radicali liberi presenti nell’organismo e il potere antiossidante: in chiave antiaging, la rottura dell’equilibrio tra produzione di radicali liberi e potere antiossidante deve essere considerata un pericolo per l’integrità dell’organismo, per questo motivo è necessario conoscere sia la componente anti-ossidante sia quella ossidante.

Presso la nostra farmacia è possibile effettuare anche altri test quali ad esempio:

  • Streptococco
  • Abuso di droghe
  • allergia al pelo del gatto/cane